venerdì 12 aprile 2013

ANDOUILLETTE










Tra le cose che adoro c'è questa qui sopra.
Ebbene sì, lo ammetto, la adoro anche perché se ammetti di amare certi cibi, attiri l'attenzione.
Come quando ho detto di amare i sanguinacci con le cipolle, o come quando ho detto che il formaggio con i vermi non era così male, o che non ci trovavo niente di male nel mangiare le cavallette fritte.

Conobbi l'andouillette anni fa, durante una sciata in territorio francese.
Ci sedemmo al tavolo di questo bel ristorante sulle piste, ed essendo in compagnia di persone per niente esterofile, e anche un po' idiote, vidi ordinare pizza e birra.
Come al solito ci misi due ore a leggermi tutto il menù, e fui attratta da questa cosa che non avevo idea di cosa fosse... solo che all'epoca non c'era lo smartphone...
Chiesi alla simpatica cameriera INGLESE che faceva la stagione lì...
Risposta (in inglese/francese/italiano): è una cosa che puzza tantissimo e viene da qui...e si indicò la pancia.

Considerando che, anche se sono francesi, la merda non la mangiano,  ebbi il mio primo incontro con questa specialità:
interiora di suino e bovino insaccate e stufate (ho poi scoperto che ne fanno in differenti modi, ma in sostanza è la nostra trippa, ma insaccata)
Buona
anzi no
Stupenda



7 commenti:

  1. piuttosto cavallette fritte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tra questo e una pizza fatta a 2000 metri d'altezza?

      Elimina
    2. no, pizza fatta dai francesi MAI, mi potrei rassegnare a quella cosa puzzolente...
      ma in montagna francese l'alternativa formaggi c'è di sicuro..

      Elimina
  2. buonaaaa! e poi non puzza. comunque le cavallette fritte non sanno di niente...

    RispondiElimina
  3. Un cazzo alla griglia, mi pare.

    Cazzo le metti a fare le patate nelle foto che poi non le mangi? Ri-feticista ed egocentrica.

    RispondiElimina